Bibliografia

Viticoltura, enologia e cantine della Valle Padana

-AA.VV., 2000, “L’avventura del vino nel bacino del Mediterraneo. Itinerari storici ed archeologici prima e dopo Roma”, in Atti del Simposio Internazionale, (a cura) Tomasi D., Cremonesi C. Istituto Sperimentale per la Viticoltura, Conegliano 30 settembre-2 ottobre 1998, Treviso.

-AA.VV., 1988, “La fine dell’età del bronzo e la civiltà paleoveneta”, in Storia di Vicenza, (a cura) Broglio A., Cracco Ruggini L., vol. I, Ed. Pozza, Vicenza.

-Acrosso P., D’Alesio C., 1976, “Mondo mitologico. Dizionario di mitologia greco-romana a uso delle scuole”, Società Editrice Dante Alighieri.

-Andreazza M., 1991, “La comunità roncadese nella sua storia, cultura e religione”, Libreria editrice The Courier, Firenze.

-Balista C., 1982, “Castelrotto (Verona). Geomorfologia e territorio di un sito della media età del Ferro”, in Boll. Mus. Civ. St. Nat. Verona, IX, pp. 345-358.

-Barbieri M., Negro V., 1998, “Viticoltura”, in Le tre Venezie, Anno V, n. 2, Edizioni Europrint, Treviso, pp. 64-68.

-Battistella O., 1927, “Il castello dei Principi di Collalto in San Salvatore di Susegana”, in L’illustrazione della Marca Trevigiana, Anno II, a. 6.

-Battistella O., 1929, “Venegazzù e la palladiana villa Gasparini”, in L’illustazione veneta, Anno IV, a. 5.

-Bianchin Citton R., 1987, “S. Giorgio di Angarano presso Bassano del Grappa (Vi). La Necropoli e l’abitato veneto nell’antichità”, in Gli Etruschi a nord del Po, (a cura) De Marinis R., vol 5, Catalogo della Mostra tenuta a Mantova 1986-87 Accademia Nazionale Virginiana, Campanotto Editore, Udine.

-Bianchin Citton E. (a cura), 1991, “Le testimonianze archeologiche di Borso del Grappa. Preistoria, protostoria, età romana”, Ed. G. Battagin, Comune di Borso del Grappa, San Zenone degli Ezzelini.

-Bibbia (La) concordata, 1968, Ed. Mondadori, Milano.

-Borgatti, 1912, “L’origine della città di Ferrara”, Atti e Memorie Deput. Ferrarese di Storia Patria, XXI, II, 1-2, pp. 1-42.

-Botter M., 1955, “La Villa Giustinian di Roncade”, Libreria Editrice Canova, Treviso.

-Broglio A. (a cura), Cracco Ruggini L., 1987, “Il territorio, la preistoria, l’età romana”, fa parte di Storia di Vicenza, cap. 1, Ed. N. Pozza, Vicenza.

-Brugnoli P., Salzani L. (a cura), 1992, “San Giorgio di Valpolicella. Scavi archeologici e sistemazioni museali”, Ed. Banca Popolare di Verona.

-Brun J.-P., 1986, “L’oléiculture antique en Provence. Les huileries du département du Var”, in Revue Archéologique de Narbonnaise, supplément n. 15, Éditions du Centre National de la Recherche Scientifique, Paris.

-Brun J.-P., 1993, “La discrimination entre les installations oléicoles et vinicoles“, in Bulletin de Correspondance Hellénique, supplément XXVI. Actes du Symposium International organisé par le Centre Camille Jullian et le Centre Archéologique du Var, (a cura) Amouretti M.-C., Brun J.-P. et Eitam D., Aix-en-Provence et Toulon 20-22 novembre 1991, Diffusion de Boccard, Paris, pp. 512-535.

-Busana M.S., 1996, “Aspetti Tipologici nelle fattorie della Venezia centrale”, in Optima Via. Convegno Internazionale di Studi: Postumia. Storia e Archeologia di una grande strada romana alle radici dell’Europa, Cremona 13-15 giugno 1996, pp. 245-247.

-Busana M.S., 1999, “Ruri aedificiorum rationes. Elementi per lo studio dell’insediamento rurale nella Venetia”, in Campagna e paesaggio nell’Italia antica. Atlante Tematico di Topografia Antica, atta 8, Ed. L’Erma di Bretschneider, Roma, pp. 223-239.

-Busana M.S., 2001, “Architetture rurali nella Venetia romana”, in Le rovine circolari, collana (a cura) Ghedini F., Braccesi L., Ed. L’Erma di Bretschneider, Roma.

-Bussadori P., 1986, “Il giardino e la scena. Francesco Bagnara 1784-1866”, mp/Edizioni, Treviso.

-Bussadori P., 1998, “Villa e parco Papadopoli”, in Le tre Venezie, Anno V, n. 2, Edizioni Europrint, Treviso, pp. 12-15.

-Caccianiga A. (a cura), Ferretto G., 1872, “Ricordo della Provincia di Treviso”, Stabilimento Tipografico G. Longo, Treviso.

-Calò A., Paronetto L., Rorato G. (a cura), 1996, “Veneto”, fa parte di Storia regionale della vite e del vino in Italia, nel frontespizio Accademia Italiana della Vite e del Vino, Unione Italiana Vini, Milano, pp. 155-206.

-Calzecchi Onesti R. e Carena C. (a cura), 1977, “Lucio Giunio Moderato Columella. L’arte dell’agricoltura e libro sugli alberi”, Einaudi editore.

-Canova A. (a cura), 1990, “Di villa in villa: guida alla visita delle ville venete”, Canova ed. Treviso.

-Carandini A., 1985, “Settefinestre. Una villa schiavistica nell’Etruria romana”, vol. I, Ed. Panini, Modena.

-Cassiodori Senatoris, “Variae”, XII, 4.

-Castiglioni E., Rottoli M., “Resti vegetali: carboni, semi e frutti. Ricostruzione dell’ambiente naturale e coltivato”, in Archeologia a Mezzocorona. Documenti per la storia del popolamento rustico di età romana nell’area atesina, (a cura) Cavada E., Centro di Studi Rotaliani Mezzacorona, pp. 205-231.

-Clark J.G.D., 1969, “Europa preistorica. Gli aspetti della vita materiale”, Torino, Einaudi (trad. italiana dell’originale inglese 1952).

-Compagnoni G. (a cura), 1846, “M. Porcio Catone. De Re Rustica”, Tip. Giuseppe Antonelli Editore, Venezia.

-Corlàita Scagliarini D., 1996, “Le Tipologie delle villae lungo il percorso della via Postumia”, in Optima Via. Convegno Internazionale di Studi: Postumia. Storia e Archeologia di una grande strada romana alle radici dell’Europa., Cremona 13-15 giugno 1996, pp. 239-243.

-Cosmo I. (a cura), Giol G., “Giovanni Giol 1866-1936. Imprenditore dell’Alto Livenza, fondatore a Las Heras/Mendoza in Argentina la più grande cantina del mondo”, Ed. Vinitas. Centro enoico permanente Alto Livenza.

-Croce Da Villa, 1991, “Insediamenti rustici”, in Provincia di Venezia, XV, 4/6

-Dall’Anese E., Martorel P., 1977, “Il Quartier del Piave e la Val Mareno”, Editrice Tipse, Vittorio Veneto (Tv).

-Dall’Anese E., 1989, “Prosecco assolo di vino. Invito alla Strada del Vino Prosecco”, Edizione Camera di Commercio di Treviso, Treviso.

-Dall’Anese E., Martorel P. (a cura), 1991, “Il Quartier del Piave e la Valle del Soligo. Guida storico-artistica”, Ed. Nuova Stampa 3, Pieve di Soligo (Tv),

-Dall’Oste L., 1874, “San Polo nel trevigiano. Cenni storici”, Tip. Antonelli, Venezia.

-Dalmasso G., Dell’olio G., 1936-37, “I vini tipici dei colli Trevigiani”, in Annuario Stazione Sperimentale di Conegliano, vol. VII.

-De Bortoli L., 1989, “Materiali per una storia dell’arte”, in Due Villaggi della collina trevigiana: Vidor e Colbertaldo”, (a cura) Gasparini D., tomo II, Comune di Vidor (Tv).

-De Marinis R. (a cura), 1989, “Gli Etruschi a nord del Po”, vol I, II ediz., Accademia Naz. Virgiliana, Campanotto Editore, Mantova.

-Enciclopedia Mondiale dei Vini e delle Acquaviti, “Il Veronelli”, 1981, voll. 1, 2, 3 (Italia), Rizzoli Editore.

-Favero V., “La situazione paleoambientale”, in Provincia di Venezia, XV, 4/6,

-Fedele F., 1991, “L’evidenza impalpabile: il bere nella preistoria europea”, in Longo O., Scarpi P. cur., Homo edens II. Storie del Vino. Regimi, miti e pratiche dell’alimentazione nella civiltà del Mediterraneo, Milano, Diapress, pp. 35-68.

-Forni G., 1975, “Origini, evoluzione e diffusione della produzione del vino, e della viticoltura”, in Rivista Storia di Agricoltura dei Georgofili, XV, n. 1, pp. 15-50.

-Forni G., 1990, “Gli albori dell’agricoltura. Origine ed evoluzione fino agli Etruschi ed Italici”, REDA, Roma.

-Forni G., Scienza A. (a cura), 1996, “2500 anni di cultura della vite nell’ambito alpino e cisalpino”, Istituto trentino del vino, Trento.

-Furlan P., 1995, “Pieve di Soligo fra storia, sviluppo, prospettive”, Edizioni Grafiche V. Bernardi s.r.l.

-Gambari F.M., 1994, “Le origini della viticoltura in Piemonte: la protostoria”, in Comba R. ed., 1994, pp. 17-41.

-Gandini G., 2000, “Storia di un abbazia: Maguzzano. I documenti”, Associazione Studi Storici Carlo Brusca, Brescia, pp. 158-160.

-Gasparini D. (a cura), 1997, “La Pieve di Soligo e la Gastaldia di Solighetto dal medioevo all’età contemporanea”, vol. 1-2, Bernardi ed. W., Pieve di Soligo.

-Gaulin J-L., Grieco A.J. (a cura), 1994, ”Dalla vite al vino. Fonti e problemi della vitivinicoltura italiana medievale”, Editrice Clueb, Bologna.

-Giussani R., 1988, “Palladio: le ville”, Edizioni Clup, Milano.

-Hopf M., 1991, “South and Southwest Europe”, in Van Zeist W., Wasylikowa K.,Behre K.-E. eds., 1991, Progress in old word Palaeoethnobotany, Rotterdam/Brookfield, Balkema, pp. 241-277.

-Istituto Regionale per le Ville Venete (a cura), 1988, “Le Ville venete. Catalogo e atlante del Veneto”, Marsilio.

-Kolb Lewis C., 1977, “The Villa Giustinian at Roncade“, Garland Publishing Inc., New York & London.

-“La villa romana di Marina di Lugugnana”, 1987, (a cura) Soprintendenza Archeologica per il Veneto, Gruppo Archeologico del Veneto Orientale, Grafiche T.M. Pravisdomini.

-“Le aziende agricole del Commendatore Giovanni Giol”. Guida commerciale, industriale, amministrativa e agricola di Treviso e Provincia, 1931.

-Leonardi G., Ruta Serafini A. (a cura), 1981, “L’abitato protostorico di Rotzo (Altipiano di Asiago)”, in Preistoria Alpina, Museo Tridentino di Scienze Naturali, vol 17, Trento, pp. 7-75.

-Leonardi G., 1978, “Testimonianze preistoriche di Conegliano. Guida ai ritrovamenti preistorici provenienti dalla casa di g. b. Cima”, Istituto di Archeologia dell’Università di Padova.

-Liverani P., 1988, “Resti di torchi di tradizione romana in Valpolicella”, in Annuario Storico della Valpolicella 1987-1988, Centro di Documentazione per la Storia della Valpolicella, Verona, pp. 53-62..

-Liverani P., 1988, “Termini muti di centuriazione o contrappesi di torchi?”, in Annuario Storico della Valpolicella 1987-1988, Centro di Documentazione per la Storia della Valpolicella, Verona, pp. 113-127.

-Malnati L., Manfredi V., 1991, “Gli Etruschi in Val Padana”, Ed. Il Saggiatore, Milano.

-Marescalchi A., Dalmasso G., 1934, “Storia della vite e del vino in Italia”, vol I.

-Maroni L., 2000, “Annuario dei migliori vini italiani 2000”, L. Maroni, Roma.

-Maroso G., Varanini G.M. (a cura), 1984, “Vite e vino nel Medioevo: da fonti veronesi e venete: schede e materiali per una mostra”, Centro di Documentazione per la Storia della Valpolicella, Verona.

-Martin R. (a cura), 1976, “Palladius. Traité d’agriculture”, tomo I, collana Association Guillaume Budé, Société d’Édition «Les belles lettres», Paris, pp. 14-24.

-Mascietto A., 2001, “Tezze di Piave. Storia di una parrocchia”, (a cura) Soligon I., Edizione Parrocchia di S. Francesco d’Assisi –Tezze di Piave (Tv), Grafiche V. Bernardi s.r.l., Pieve di Soligo (Tv).

-Maurizio A., 1970, “Geschichte der gegorenen Getränke“, Wiesbaden, Sändig.

-Mazzariol G., 1965, “Palladio a Maser”, Lombroso Editore, Venezia.

-Mazzotti G. (a cura), 1954, “Le ville venete”, Bestetti edizioni d’Arte.

-Mazzotti G. (a cura), Puppi L., 1987, Catalogo “Le ville Venete”, Libreria Editrice Canova, Treviso.

-Negri G., 1931, “Viti fossili e viti preistoriche in Italia”, in Marescalchi A., Dal masso G., Storia della vite e del vino in Italia, Milano, Arti Grafiche Guardoni, I vol., pp. 3-19.

-Nicoletti G., 1997, “Il Solighese tra Quattrocento e Seicento: gli aspetti sociali ed economici”, in La Pieve di Soligo e la Gastaldia… (a cura ) D. Gasparini, Ed. Bernardi V., Pieve di Soligo (TV).

-Nisbet R., 1987, “I vegetali carbonizzati nell’insediamento dell’età del Ferro di Castelrotto (Verona)”, in Prima della Storia. Inediti di 10 anni di ricerche a Verona, (a cura) Aspes A., Museo Civico di Storia Naturale di Verona, Verona.

-Nodari A., 1991, “L’abbazia di Maguzzano (Bs), storia di costruttori e di ricostruttori”, Ed. Istituto Don Calabria, Brescia.

-Ojetti P., 1962, “Maser. Palladio, Veronese e Vittoria a Maser”, Edizioni Aldo Martello, Milano.

-Ojetti P., Franco F., Pallucchini R., Medea A., “Palladio Veronese e Vittoria a Maser”, Aldo Martello Editore, Milano.

-Pasquero M., Minella G., 1999, “Il terzo Convegno archeologico regionale. Interessanti ritrovamenti dal contesto golasecchiano”, Como 22-24 ottobre, in Terra Insubre, Anno IV, n. 12, Ed. Associazione Culturale “Terra Insubre”, pp. 36-37.

-Passolunghi P.A., 1980, “Il monachesimo benedettino della marca trevigiana”, in Italia veneta, n. 2, Ed. Istituto di Studi sulla Cultura e sulle tradizioni popolari della marca trevigiana, Treviso.

-Passolunghi P.A., 1984a, “S. Maria di Follina: Monastero Cistercense”, B&M Edizioni, Treviso.

-Passolunghi P.A., 1984b, “Nella decadenza del trecento follinate: vicende e stato patrimoniale di un monastero cistercense veneto”, in Benedictina, Anno XXXI, Benedictina Editrice, Roma, pp. 48-78.

-Passolunghi P.A., 1988, “Istituzioni monastiche caminesi della Sinistra Piave: Santa Maria di Follina”, in Il dominio dei caminesi tra Piave e Livenza, Comunità Montana delle Prealpi Trevigiane, Tipografia Tipse, Vittorio Veneto (Tv).

-Passolunghi P.A., 1989, “Conti di Treviso e monasteri benedettini del medio Piave (secc. XI-XV)”, in Benedictina, Anno XXXVI, fasc. 1, Benedictina Editrice, Roma, pp. 50-64.

-Passolunghi P.A., 1990, “Il castello San Salvatore dei conti Collalto”, Marini Editore, Treviso.

-Passolunghi P.A., 1992, “Da villaggio feudale ad azienda di famiglia: il caso di Susegana”, in Archivio Veneto, Serie V, vol. CXXXIX, pp. 172-218.

-Passolunghi P.A., 1993, “Il monachesimo in diocesi di Ceneda”, in Diocesi di Vittorio Veneto, Padova.

-Passolunghi P.A., 1997, “Abbazie soggette a Pomposa in Diocesi di Ceneda”, in Benedictina, Anno XXIV, Benedictina Editrice, Roma, pp. 225-250.

-Passolunghi P.A., “L’Hospitale Monasterium di S. Maria di Piave”,

-Passolunghi P.A., “Il Monastero di S. Maria di Follina e la sua Biblioteca nel secolo XV”, in Atti e Memorie dell’Ateneo di Treviso, anno accad. 1984/85, n. 2, pp. 13-22.

-Passolunghi P.A., 1986 “Sul sorgere duecentesco dei monasteri coneglianesi di S. Maria Mater Domini e S. Benedetto di Feletto: tra spontaneismo, francescanesimo e tradizione benedettina”, estratto da Benedictina, A. 33-1986, fasc. 1, ed. Benedictina, Roma, pp. 94-104.

-Passolunghi P.A., “Libero in Ca’ Collalto". Dai carteggi dell’agronomo veneto Giovanni Scottoni”, in Atti e Memorie dell’Ateneo di Treviso, anno accad. 1991/92, n. 9.

-Pizzati A., 1994, “Conegliano: una “quasi” città” e il suo territorio nel secolo 16°”, in Studi veneti. Ricerca sulle campagne trevigiane in età moderna, Canova ed., Treviso.

-Rigetti Tosti-Croce M., 1983, “Architettura e economia: strutture di produzione cistercensi”, in Arte medievale, n. 1, Treccani, Roma, pp. 109-128.

-Righetti Tosti-Croce M., 1994, “Architettura per il lavoro”, in Arte medievale, II serie, a. VIII, Treccani, Roma, pp. 141-152.

-Rognoni A., 1999, “La Padania dalla preistoria alla protostoria”, in Quaderni Padani, Anno V, n. 21, Ed. La Libera Compagnia Padana pp. 9-13.

-Rorato G., 1990, “Civiltà della vite e del vino nel trevigiano e nel veneziano”, ed. Acelum, Treviso.

-Ruta Serafini A., 1998, “…presso l’Adige ridente..: recenti rinvenimenti archeologici da Este a Montagnana”, (a cura) Bianchin Citton E., Ruta Serafini A., Gambacurta G., ed. ADLE, Padova.

-Salzani L., 1976, “3000 anni fa a Verona: dalla fine dell’età del Bronzo all’arrivo dei romani nel territorio veronese”, ed. Museo Civico Storia naturale, Verona.

-Salzani L., 1982, “Relazione preliminare sulle campagne di scavo 1978-1981 ad Archi di Castelrotto”, in Boll. Mus. Civ. St. Nat. Verona, IX, pp. 359-402.

-Salzani L., Viviani G. (a cura), 1985, “Il villaggio protostorico di Castelrotto”, Comune di San Pietro in Cariano, Verona.

-Salzani L., 1987a, “Archi di Castelrotto”, in Prima della Storia. Catalogo Mostra 2 luglio-30 novembre 1987, Mus. Civ. Sto. Nat. Verona, Verona.

-Salzani L., 1987b, “Gli abitati dell’età del Ferro”, in Prima della Storia. Inediti di 10 anni di ricerche a Verona, Museo Civico Storia Naturale di Verona, Verona.

-Sartor I., 1997, “L’abbazia di Santa Maria di Pero: storia del monastero benedettino, della comunità e del territorio di Monastier”, Piazza Editore, Silea (TV).

-Schiratti G. (a cura), 1964, “Una comunità in cammino”, Comune di Pieve di Soligo, Treviso.

-Sebesta G., “L’uomo e la vite”, in Atti della Mostra per il centenario dell’Istituto Agrario Provinciale di S. Michele all’Adige 30 settembre-30 ottobre, Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, S. Michele all’Adige, pp. 5-35.

-Sereni E., 1964, “Per la storia delle più antiche tecniche e della nomenclatura della vite e del vino in Italia”, La Colombaria, n° 19. Ristampato nella raccolta di saggi di Sereni, 1981.

-Soligon I., Bardini G., 2000, “Borgo Malanotte. Vita nella storia”, Gruppo Borgo Malanotte di Tezze (a cura), Tipografia Tipse, Vittorio Veneto (Tv).

-Soprintendenza Archeologica del Veneto, Soprintendenza per i Beni A.A.A.A.S. del Friuli Venezia Giulia (a cura), 1996, “La protostoria tra Sile e Tagliamento. Antiche genti tra Veneto e Friuli”, Ed. Esedra.

-Spagnolo E., 1980, “Abbazia S. Bona di Vidor”, Edizioni Bertoncello, Cittadella (Pd).

-Stefani P., 1980, “Miane, della Valmareno nel Trecento”, Tipografia Tipse, Vittorio Veneto (Tv).

-Tatano C., 2001-2002, “Il restauro di Parco Papadopoli in S. Polo di Piave (Treviso)”, Tesi di Specializzazione, Relatore Arch. Defabiani V., Università degli Studi di Torino, Facoltà di Agraria, Scuola di Specializzazione in Parchi e Giardini.

-Tomasi D., Cremonesi C., 2000, “L’avventura del vino nel bacino del Mediterraneo. Itinerari storici ed archeologici prima e dopo Roma”, in Atti del Simposio Internazionale Conegliano 30 settembre-2 ottobre 1998, Istituto Sperimentale per la Viticoltura di Conegliano, Treviso.

-Tonetto G., 1995 “Treviso in campagna: popolazione, ville e memorie..”, Marini Editore, Treviso.

-Tosetto M., 1996, “Il chiostro cistercense della abbazia di S. Maria di Follina (Tv): una lettura interpretativa”, Tesi di Laurea, Relatore prof. Cigni T., prof. Balistreri C., prof. Rigetti Tosti-Croce, I.U.A.V, Facoltà di Architettura, Venezia.

-Traglia A. (a cura), 1992, “Opere di Marco Terenzio Varrone”, coll. Classici Latini, UTET, Torino.

-Varanini G.M., 1988, “Aspetti della produzione e del commercio del vino nel Veneto alla fine del Medioevo”, in Il vino nell’economia e nella società italiana Medioevale e Moderna, Convegno di Studi Greve in Chianti 21-24 maggio 1987, riportato in Quaderni della Rivista di Storia dell’Agricoltura, Accademia economica-agraria dei Georgofili Firenze 1988.

-Vendramin A., 1998, “La ciliegia di Maser”, (a cura) Comune di Maser (Tv).

-Venturini G. (a cura), Berto G., Parigi-Bini P., (19…), “Il Terraglio e le sue ville”, Edizioni Lions Club, Mogliano Veneto (Tv).

-Venturini I., 1996, “Villa romana” Montichiari (Bs), località S. Cristina, in Notiziario 1994, Soprintendenza Archeologica della Lombardia, Edizioni ET, Milano, pp. 76-77

-Vettorello G. (a cura), 1998, “Conegliano e Valdobbiadene. Il Prosecco”, Edizione Consorzio di Tutela del Prosecco di Conegliano-Valdobbiadene, Treviso.

-Wundram M., Pape T., Marton P., 1990, “Andrea Palladio 1508-1580. Un architetto tra Rinascimento e Barocco”, Benedikt Taschen Verlag GmbH & Co. KG, Hohenzollernring.

-Zordan P.E.M., 2000, “S. Maria di Follina: abbazia cistercense, sec. XII-XIII. Contemplazione più che parola, simbolo e poesia dell’architettura monastica”, Ed. Antiga, Cornuda (Tv).

-Zorzi G., 1968, “Le ville e i teatri di Andrea Palladio”, Edizioni N. Pozza, Venezia.

Tecnica ed enotecnica delle cantine

-Agenzia Enologica Italiana, 1911, “Macchine e materiali di enologia”. Catalogo Enologia, Anno XXXIX, Milano.

-Bosi Aldo, 1982, “Impiantistica enologica, progettazione della piccola e media cantina moderna”, Edagricole, Bologna.

-Brunet R., 1926, “Les batiments vinaires. Caves, celliers, chais", Librairie J.-B. Baillière et Fils, Paris, pp. 5-229.

-Buffon D., 1993, “Gli impianti elettrici nell’industria enologica”, in L’enotecnico, Anno XXIX, Nuova Serie, n. 11, pp. 61-64.

-Calzecchi Onesti, Carena C. (a cura), 1977, “Columella Lucio Giunio Moderato. L’arte dell’agricoltura e libro sugli alberi”, Libro I, § 6.1-6.20, Giulio Einaudi Editore, Torino.

-Compagnoni G. (a cura), “M. Porcio Catone. De re Rustica”. 1846, Tipografia Giuseppe Antonelli Editore, Venezia.

-Coste-Floret P., 1894, “Procédés modernes de vinification”, Libraire-Éditeur Camille Coulet, Montpellier.

-Dandolo (C.te) Vincenzo, 1812, “Enologia ovvero l’arte di fare, conservare e far viaggiare i vini del Regno”, Parte I, Ed. Silvestri, Milano, pp. 104-283.

-De Rosa Tullio, 1984, “Enologia nelle piccole cantine”, Ed agricole, Bologna.

-Enciclopedia Mondiale dei Vini e delle Acquaviti, “Il Veronelli”, 1981, voll. 1, 2, 3 (Italia), Rizzoli Editore.

-Ferrouillat P., Charvet M., 1896, "Les celliers. Construction et matériel vinicole avec la description des principaux celliers… ", Libraire-Éditeur Camille Coulet, Montpellier, pp. 1-208.

-Garbellotto G.& P. s.p.a. fabbrica botti, tini, barili, barriques, “L’arte del bottaio. Il bottame: storia, legname, tecnologia, manutenzione”. Opuscolo scientifico-divulgativo dell’azienda, Conegliano (Tv).

-Garoglio Pier Giovanni, 1965, “La nuova enologia”, Istituto Industrie Agrarie dell’Università di Firenze, III edizione per uso didattico, Firenze.

-Granziera L., Mazzer R., 1993, “Igiene e sicurezza nelle cantine”, in L’enotecnico, Anno XXIX, Nuova Serie, n. 11, pp. 55-60.

-Lorenzi Bartolomeo (abate), 1810, “Della coltivazione de’ monti”, III Edizione, Canti IV, Tipografia Mainardi, Verona, pp. 225-226.

-Mina Giuseppe, 1892, “Le costruzioni enotecniche ossia guida pratica per l’impianto di enopolii e cantine sociali, per la costruzione delle cantine, dei vasi vinari e dei fabbricati d’appendice degli stabilimenti enologici”, Ulrico Hoepli Editore- Librajo della Real Casa, Milano.

-Mondini Salvatore, 1910, “Costruzioni enotecniche”, Ulrico Hoepli Editore-Librajo della Real Casa, Milano.

-Palladio (Di Pietro) A., 1570, “I quattro libri dell’architettura”, Venezia.

-Palladius, “Traité d’agriculture”. Traduzione (a cura) Martin René, 1976, Société d’édition Les Belles Lettres, Paris, Livres I, Cap. XVIII.

-Plinius Secondus Gaio, “Storia naturale”, traduzione (a cura) Conte G.B., Ranucci G., 1982, tomo III Botanica, Libro XIV, § 132-135, G. Einaudi ed., Torino.

-Varrone Marco Terenzio, “Opere”, in De re Rustica: l’agricoltura. Traduzione (a cura) Traglia A., 1974, in Classici Latini diretto da Lana Italo, Libro I, capitolo 13, § 1, 6-7, UTET, Torino.

Viticoltura ed enotecnica francese

-Babelon J.-P., "Le château en France", Centre National des Lettres, Berger-Levrault, Caisse National des Monuments Historiques et des Sites, pp. 356-388.

Babelon J.-P., 1989, "Châteaux de France au siècle de la Renaissance", Flammarion/Picard, Paris, p. 768.

-Birot A., 1983, "Une famille d’architectes oubliés: les Molliés", in Bulletin de la Société archéologique de Bordeaux, tome LXXIV, pp. 139-150.

-Bonal F., "Les caves", in Champagne, par. V, p. 318.

-Brunet R., 1926, “Les batiments vinaires. Caves, celliers, chais", Librairie J.-B. Baillière et Fils, Paris, pp. 263-266, 333-340, 356-358.

-Charneau B., 1985, "La «folie» de Blanquefort: Fongravey", in Bulletin de la Société archéologique de Bordeaux, tome LXXVI, Bordeaux, pp. 121-128.

-"Château Bordeaux. Histoire et renouveau des architectures de la civilisation du vin", in Connaissance des arts: plaisir de France, n. spécial 1988, Galerie du C.C.I., Centre Georges Pompidou, 16 novembre 1988- 20 fevrier 1989, Société française de promotion artistique, pp. 134-141.

-Coustet R., 1979, "Le château de Peyronnet; néo-classicisme et néo-gothique", in Actes du 104° Congrès national des Sociétés savantes, Bordeaux, pp. 425-444.

-Dethier J., 1991, "I Castelli del Bordeaux. Vino, architettura e civiltà", Trainer International Editore -Milano, I libri del Bargello -Firenze.

-Duriot H., "Le château de la Louvière a Léognan", in Bulletin de la Société Archeologique de Bordeaux, Années 1963-69, tome LXV, Bordeaux, pp. 291-302.  

-Elwing H., "Voyage au centre des Crayères", pp. 24-26.

-Féret É., 1896, "Dictionnaire-Manuel du négociant en vins et spiritueux et du maÎtre de chai", Féret et Fils Éditeurs, Bordeaux.

-Féret É., 1991, "Bordeaux et ses vins", XIV édition, (a cura) Féret C., Lemay M.-H., Éditions Féret et Fils, Bordeaux. 

-Ferrouillat P., Charvet M., 1896, "Les celliers. Construction et matériel vinicole avec la description des principaux celliers… ", Libraire-Éditeur Camille Coulet, Montpellier, pp. 345-379, 425-440.

-Fradet D. et alii, 1992, "Champagne, le travail de la vigne et les vendanges", Dominique Fradet Editeur, Reims.

-Garcia A., 1982, "Grandes Marques & Maisons de Champagne", Édition Promo Champagne, Reims.

-Maffre Ph., Bériac J. P., 1983, "Le Bordelais néoclassique", IACA, Bordeaux.

-Mouilleseaux J. P., 1975, "A la recherche de l’influence palladienne à Bordeaux et dans le Sud-Ouest", in Les Monuments historique de la France, n. 2.

-Mouilleseaux J. P., 1980, "Palladio. La sua eredità nel mondo", Centro internazionale di Studi di Architettura (a cura), Vicenza, pp. 212-214.

-Panigai L., 1999, "Vigneto della Champagne e zonazione", in Rivista di Viticoltura e Enologia, Istituto Sperimentale per la Viticoltura e l’Enologia, Conegliano (Tv), n. 3, pp. 77-82.

-Pariset F.G., 1970, "Château Margaux et l’architecte Combes", in Vignobles et Vins d’Aquitaine, Fédération historique du Sud-Ouest, Bordeaux, pp. 409-422.

-Roudié P., 1970, "La construction du château Haut-Brion", in Vignobles et Vins d’Aquitaine, Fédération historique du Sud-Ouest, Bordeaux, pp. 403-407.

-Roudié P., “Documents concernant la construction de trois maisons de campagne en Bordelais dans la seconde moitié du XVIII° siècle: Arsac, Le Burc a Ambès, Vaquey a Sallebœuf", in Bulletin de la Société archéologique de Bordeaux, Années 1971-73, tome LXVIII, pp. 275-293.

-Roudié P., 1979, "Manoirs et maisons de campagne du XVII° siècle en Bordelais", in Actes du 104° Congrès national des Sociétés savantes, Bordeaux, pp. 397-411.

-Roudié P., 1987, "Les avatars des maisons de campagne de la banlieue de Bordeaux", in Le Château près de la ville. Actes du second colloque de castellologie de Flaran, pp. 147-163.

-Roudié P., 1992, "Deux documents sur des maisons de campagne girondines", in Revue archéologique de Bordeaux, tome LXXXIII, pp. 203-206.

-Saint-André J., 1892, "Les grands vins de Champagne. Louis Roederer. Reims (Marne)" in Revue «Les grandes usines de Turgan», serie 38°, Administration des Grandes Usines, Paris.

-Salch C.-L., 1979, “Dictionnaire des Châteaux et des Fortifications du Moyen Age en France”, Éditions Publitotal Strasbourg.

-Salch C.-L. (a cura), “L’atlas des chateaux forts en France”, Éditions Publitotal Strasbourg.

-Simon A.L., 1968, "Lo champagne, dalle origini ad oggi", U. Mursia & C., Milano.

-Sutcliffe S., 1989, “Guida allo champagne”, Ed. Idea Libri s.p.a., Milano.

Urbanistica e sviluppo delle zone agricole, architettura vitivinicola ed edilizia rurale

-Antonioli Corigliano M., 1998, “Il turismo del vino: dalla logica individuale a quella di distretto”, in «Territorio e Vino», Atti del Simposio Internazionale Siena 19-24 maggio 1998, Associazione nazionale Città del Vino, pp. 585-594.

-Caramellino A., 1996, “Bric & Foss. Conservazione e sviluppo degli spazi agrari nel paesaggio collinare del Basso Monferrato”, Centro Stampa C.S. s.r.l., Milano.

-Caramellino A., 1998, “La pianificazione del paesaggio agrario vitivinicolo del Basso Monferrato”, in «Territorio e Vino», Atti del Simposio Internazionale Siena 19-24 maggio 1998, Associazione nazionale Città del Vino, pp. 609-617.

-Cinelli Colombini D., 1998, “Quali cantine per le strade del vino”, in «Territorio e Vino», Atti del Simposio Internazionale Siena 19-24 maggio 1998, Associazione nazionale Città del Vino, pp. 595-598.

-Consorzio di Bonifica Pedemontano Sinistra Piave, “Piano Generale di Bonifica e di Tutela del Territorio Rurale”, Relazione.

-Corrado M., 1998, “Il ruolo dei Comuni nella gestione del territorio e nella tutela dei vitigni autoctoni di qualità”, in «Territorio e Vino», Atti del Simposio Internazionale Siena 19-24 maggio 1998, Associazione nazionale Città del Vino, pp. 557-559.

-Fumasoni S., 1998, “Viticoltura di montagna: elemento di tutela e valorizzazione del territorio”, in «Territorio e Vino», Atti del Simposio Internazionale Siena 19-24 maggio 1998, Associazione nazionale Città del Vino, pp. 579-584.

-Legge 27 luglio 1999, n° 268, “Disciplina delle strade del vino”, G.U. n° 185 del 9 agosto 1999.

-Lombardo S., 2001, “Le strade del vino esperienze preziose per la gestione dei distretti enoturistici”, in Atti del Convegno «Per una mappa dei distretti enoturistici italiani», 35° Settimana dei vini, Siena 26 maggio 2001. Associazione nazionale Città del Vino.

-Oneto G., 1994, “Pianificazione del territorio, federalismo e autonomie locali”, ALINEA editrice s.r.l., Firenze.

-Pirra P.G., 1998, “Come proteggere un territorio viticolo: il punto di vista del giurista”, in «Territorio e Vino», Atti del Simposio Internazionale Siena 19-24 maggio 1998, Associazione nazionale Città del Vino, pp. 633-634.

-Piscolla G., 1998, “Analisi delle modalità d’interazione tra conoscenza di un territorio e gestione dei suoi aspetti enoturistici relativamente ad una regione, la Toscana”, in «Territorio e Vino», Atti del Simposio Internazionale Siena 19-24 maggio 1998, Associazione nazionale Città del Vino, pp. 561-564.

-Provincia Treviso, 1993-94, “Piano Territoriale Provinciale”. Relazione Programmatica.

-Provincia Treviso, 1998, “Piano Territoriale Provinciale di Coordinamento”. Norme di Attuazione.

-Regione Toscana, 1996, “Disciplina delle strade del vino in Toscana”, Legge regionale 13, agosto 1996, n° 69.

-Regione Toscana, 1996, “Disciplina delle strade del vino in Toscana”, Regolamento di attuazione ex art. 2 L.R. 13 agosto 1996, n° 69.

-Regione Veneto, 1985, “Norme per l’assetto e l’uso del territorio”, Legge regionale 27 giugno 1985, n. 61.

-Regione Veneto, 1988, “Tutela ed edificabilità delle zone agricole. Legge regionale 5 marzo 1985, n. 24”, in Il diritto della regione, Quaderno n. 2, Cedam, Padova.

-Regione Veneto, 1991, “Piano Territoriale Regionale di Coordinamento”. Relazione Programmatica e Norme di Attuazione.

-Regione Veneto, 2000, “Istituzione delle strade del vino e di altri prodotti tipici del Veneto”, Legge regionale 7 settembre 2000, n° 17.

-Stanghellini S., 1983, “Urbanistica per le zone agricole”, Edizioni delle Autonomie, Roma.

-Stanghellini S., 1986, “Quali criteri di valutazione per i piani urbanistici?”, in Genio Rurale, Anno XLIX, n° 10, pp. 5-18.

-Stanghellini S., 1998, “Il piano regolatore delle città del Vino: aspetti urbanistici, economici e turistici”, in «Territorio e Vino», Atti del Simposio Internazionale Siena 19-24 maggio 1998, Associazione nazionale Città del Vino, pp. 537-543.

-Taiti F. (Presidente Censis Servizi s.p.a.), 2001, “Per una mappa dei Distretti enoturistici italiani”, in Atti del Convegno della 35° settimana dei vini, Siena 26 maggio 2001, Enoteca Italiana.

-Tesi P.C., 1998, “Il piano regolatore delle Città del Vino: una metodologia di lavoro”, in «Territorio e Vino», Atti del Simposio Internazionale Siena 19-24 maggio 1998, Associazione nazionale Città del Vino, pp. 565-567.

-Tesi P.C., 1999a, “Gli strumenti di governo del territorio”, L.S. Olschki Editore, Firenze.

-Tesi P.C. (a cura) et alii, 1999b, “Il Piano Regolatore delle Città del Vino. Linee metodologiche per la valorizzazione dei comprensori vitivinicoli di qualità nella disciplina territoriale ed urbanistica delle aree rurali”, Associazione Nazionale Città del Vino, Edizioni Cantagalli, Siena.

-Tesi P.C., 1999c, “La pianificazione territoriale per lo sviluppo sostenibile: le aree rurali nei piani Regolatori Comunali. L’esperienza del Chianti Senese”, in Atti del Congresso Internazionale «Vulnerabilità e sensibilità dei suoli», Firenze 18-21 ottobre 1999. International Union of Soil Sciences.

-Tesi P.C., 2001, “Integrità fisica del territorio e sistemazioni idraulico-agrarie nel Piano Strutturale di Gaiole in Chianti”, in Atti del Convegno nazionale «Paesaggio e pianificazione del territorio», Firenze 2 febbraio 2001. AIAPP, FEDAP, INU.

Fonti documentali

-Archivio di Stato di Treviso

-Centro Interdipartimentale Servizi Cartografia

-Comune di Cordignano

-Comune di Farra di Soligo

-Comune di Maser

-Comune di Miane

-Comune di Mogliano Veneto

-Comune di Monastier

-Comune di Oderzo

-Comune di Roncade

-Comune di San Polo di Piave

-Comune di Soligo

-Comune di Susegana

-Comune di Vazzola di Piave

-Comune di Vidor

-Comune di Volpago del Montello

-Consorzio di Bonifica Pedemontano Sinistra Piave

-Consorzio Colli di Conegliano D.O.C.

-Cons. T. Prosecco di Conegliano-Valdobbiadene

-Cons. T. Vini del Montello e dei Colli Asolani

-Cons. T. Vini del Piave D.O.C.

-Istituto Agrario di S. Michele all’Adige, Trento.

-Istituto Sperimentale per l’Enologia, Conegliano

-Istituto Sperimentale per la Viticoltura, Conegliano

-Provincia di Treviso: Ass. all’urbanistica e pianificazione territoriale (settore II)

-Regione Veneto: Assessorato alla pianificazione e gestione urbanistica

-Studio di Architettura dr. Gianni Montesel

Fonti orali

-Breda dr. A., Archeologo, Soprintendenza archeologica per la Lombardia

-Busana dr.ssa M.S., Dottoranda in Topografia dell’Italia antica c/o Università di Bologna e di Padova

-dr. Cosolich, Direttore Museo dell’Uomo, Susegana, località Barriera.

-dr. Dal Ri, Soprintendenza archeologica per la Provincia autonoma di Bolzano (Süd Tirolo).

-Lucianer dr.ssa Alessander, Istituto Agrario S. Michele all’Adige.

-Forni prof. G., Studioso

-Giustiniani dr. C., Direttore Cantina “Conte Collalto”, Susegana

-Granziera dr. L., Ispettore Ulss Sinistra Piave, Conegliano

-Lucchetta dr.ssa N., Consulente storico artistico

-Passolunghi prof. P.A., Storico

-Rorato prof. G., Storico e Giornalista

-Salzani prof. L., Archeologo, Soprintendenza archeologica per il Veneto

-Tesi P.C., Architetto

-Tomasi dr. D., Ricercatore c/o l’Istituto Sperimentale di Viticoltura

Un generale ringraziamento voglio rivolgerlo a tutti i proprietari delle cantine vinicole perché la loro gentilezza, legata alla fiducia che mi hanno concesso, considerata la delicatezza della questione, ha permesso tale lavoro.